Passeggiate e incontri nei piccoli borghi antichi tra passato e futuro: dal 1° al 4 giugno vi invitiamo a partecipare con noi alle iniziative di Voler bene all’Italia 2023.  Vi segnaliamo le piazze principali della festa nazionale dei Piccoli comuni che si stanno muovendo verso un futuro rinnovabile e di pace.

“Comunità energetiche per un futuro di pace” è il filo conduttore che simbolicamente unirà tutte le iniziative di Voler bene all’Italia 2023, per sottileneare le grandi opportunità economiche, sociali e culturali che le comunità energetiche rinnovabili (CER) porteranno in questi luoghi.

I luoghi simbolo di Voler bene all’Italia

A Serrenti in Sardegna, nella giornata del 1° giugno, dalle 10 alle 18, sono previste due iniziative: la prima, al mattino, con le scuole primarie, per raccontare la CER che verrà e rimarcare l’importanza dell’autoproduzione energetica. Gli alunni delle classi primarie del “LAT” -Laboratorio delle Arti della Terra- saranno i protagonisti del racconto “il pannello condiviso”, un pannello solare flessibile da 60W che per 2 settimane hanno tenuto nelle proprie case e grazie al quale hanno potuto conoscere i vantaggi dell’energia verd Nel pomeriggio, invece, è prevista la seconda assemblea di comunità durante la quale si raccoglieranno le prime adesioni da parte della cittadinanza.  

Le comunità della Val Meduna in Friuli con i comuni di Tramonti di Sotto, Tramonti di Sopra e Meduno) si incontreranno la mattina del 3 giugno a Campone (frazione di Tramonti di Sotto) nel bar del paese per una “passeggiata energetica” che si concluderà con una visita a un mulino, del 1600, simbolo dell’incontro tra passato e futuro.  

A Montegridolfo in Emilia-Romagna l’appuntamento con Become è il 3 giugno dalle 16.30, con una piantumazione presso la Bocciofila di Trebbio, spazio di aggregazione per molti abitanti nonchè luogo nel quale verrà installata la maggior parte dei pannelli della Comunità Energetica. 

Anche a Marciana Marina all’isola d’Elba in Toscana il 3 giugno dalle 18.30 è prevista una passeggiata energetica e storica, che si snoderà lungo i luoghi simbolo del piccolo comune e quelli che ospiteranno gli impianti previsti, e che si concluderà con un brindisi finale con cittadini e amministratori.  

Ad Amandola nelle Marche, il 4 giugno è prevista la realizzazione di una giornata formativa e informativa dedicata all’ambiente e alle energie rinnovabili alla presenza di amministratori e cittadini, in primis quelli in età scolare che parteciperanno a una semina collettiva , dove i progetti di rigenerazione – il Cammino Romantico dei Sibillini e la rigenerazione di casa Celetná come bene comune e spazio di socialità accoglienza e formazione-  passano dalla ricostruzione del terremoto del 2016. E sempre nelle Marche a Serra de Conti il 4 giugno un confronto sui borghi nell’era dei cambiamenti climatici con un giro che parte alle 16.30 da piazza Gramsci per un giro delle mura del centro storico per monitorare i problemi di dissesto idrogeologico accentuati dall alluvione di settembre dello scorso anno 

A Calcata nel Lazio – sono previsti due appuntamenti: la mattina del 1 giugno con un laboratorio per elaborati e creazioni atto a sensibilizzare e conoscere i temi delle energie rinnovabili ed il rispetto dell’ambiente e il 3 giugno, con un appuntamento aperto alle nuove generazioni del piccolo comune laziale che visiteranno Calcata alla scoperta dei luoghi e le strutture Comunali dotate di fonti di energia rinnovabile nel Bio-Distretto della Via Amerina e delle Forre, esperienza d’avanguardia per la produzione di energia da fonti rinnovabili e punto di attivazione della CER di Calcata. Ancora nel Lazio a Farnese e Oriolo Romano dove verranno raccontati domenica 4 giugno mattina gli impianti fotovoltaici esistenti e quelli in progetto, nell’ambito dell’iniziativa “Verso la comunità energetica di Oriolo Romano” 

A Gaiba in Veneto la mattina del 2 giugno dalle 10.30 è prevista una passeggiata nel borgo con la firma del manifesto delle rinnovabili alla presenza della cittadinanza. Nel pomeriggio, invece, si svolgerà una passeggiata naturalistica alla scoperta dell’area golenale del Bonello. 

A Brugnato in Liguria il 2 luglio appuntamento con l’assemblea pubblica di presentazione della comunità energetica  

A Pettorano sul Gizio in Abruzzo il 7 giugno verranno introdotte le rinnovabili ai bambini delle scuole di questa perla del Parco Nazionale, uno dei borghi più belli di Italia.  

A Pietracatella in Molise, nel comune del Medio campidanese, già premiato come comune 100% rinnovabile. Il 10 giugno, nel fortore molisano dove un progetto di area interna sta trasformando il centro storico per dare assistenza ad anziani, con case all’avanguardia garantendo socialità integrazione e costi contenuti della vita, si sceglie la mountain- bike per la II edizione della Biciclettata in MTB lungo “La Via del Vento“, un percorso cicloturistico che si snoda tra gli impianti eolici dei Comuni dell’Alta Valle del Fortore. 

CASTELMEZZANO “AMBASCIATORE DI UN MODELLO ENERGETICO RINNOVABILE” Il piccolo Borgo è una delle perle della rete d’eccellenza “I borghi più belli d’Italia” e si candida ad essere un vero e proprio catalizzatore di pratiche energetiche sostenibili ma anche di coesione comunitaria, impegnandosi a fare da promotore, attuatore e divulgatore di un modello energetico rinnovabile e quindi più giusto sia dal punto di vista ambientale che sociale. Motivo questo che ha permesso a Castelmezzano di essere selezionato come “Ambasciatore di un modello energetico rinnovabile”. Qui, la realizzazione della CER consiste in una sfida molto allettante: la costruzione di una comunità energetica di 1 MW a trazione pubblica al servizio del territorio. Dell’esperienza rinnovabile di questo piccolo ma importante gioiello della transizione ecologica si parlerà nel corso di un dibattito pubblico a partire dalle ore 12 nella Piazza Emilio Caizzo del Piccolo Comune. A confrontarsi saranno le autorità locali, Nicola Valluzzi, Sindaco di Castelmezzano e Cosimo Latronico, Assessore all’Ambiente della Regione Basilicata con Stefano Ciafani, Presidente Nazionale Legambiente e Antonio Lanorte, Presidente Legambiente Basilicata. Al termine verrà firmato il Manifesto “Seminare un Futuro di Pace con le Rinnovabili”.  

Ma “Voler bene all’Italia” è anche promozione dei nostri piccoli borghi. Per questo prima del dibattito i visitatori saranno portati alla scoperta di Castelmezzano in due distinti momenti: l’escursione al Percorso Panorami delle dolomiti lucane con un tratto delle sette pietre – un progetto che recupera un antico sentiero contadino di circa 2 km, che collega i Comuni di Pietrapertosa e Castelmezzano – e la passeggiata lungo le strade del paese con una guida d’eccezione, il Sindaco che farà da Cicerone, mostrando i luoghi simboli della rivoluzione energetica sino ad arrivare alla Fortezza Normanna dove chi vorrà potrà, in tutta sicurezza, fare l’arrampicata. 

>> Voler bene all’Italia 2023

L’articolo Voler bene all’Italia 2023, comunità energetiche per un futuro di pace proviene da Legambiente.