Tavolo tecnico al MASE con associazioni ambientaliste e animaliste: verso piano strategico.

Legambiente: “Bene primo incontro con il MASE che ha accolto con positività l’appello che avevamo lanciato ad inizio aprile per l’istituzione di un tavolo di confronto aperto anche ad associazioni e altre realtà per discutere insieme sulla gestione dell’orso e la convivenza con l’uomo.

La gestione dell’orso e degli animali selvatici sulle Alpi deve essere affrontata  come una questione nazionale e con un approccio scientifico”. 

Legambiente esprime la propria soddisfazione per il primo tavolo tecnico “sull’orso” che il MASE ha organizzato e tenuto oggi presso il proprio Dicastero coinvolgendo anche le associazioni ambientaliste, come proposto da Legambiente. Si tratta di un primo passo importante per affrontare insieme il grande tema della gestione degli animali selvatici, a partire dall’orso, e della loro convivenza con l’uomo. Una gestione che non può fare meno del supporto della scienza.

“Il ministero dell’ambiente e della sicurezza energetica – commenta Antonio Nicoletti, responsabile nazionale aree protette e biodiversità di Legambiente – ha raccolto l’appello che avevamo lanciato l’8 aprile, a seguito della morte di Andrea Papi originario di Caldes in Val di Sole aggredito e ucciso da un orso morto, chiedendo l’istituzione di un tavolo tecnico e di confronto al dicastero con regioni, aree protette e associazioni perché la grande sfida da affrontare è il miglioramento della gestione e la convivenza con l’orso, e lo si può fare solo insieme.  Quello di oggi è stato un confronto importante che ha permesso di portare sul tavolo anche le nostre riflessioni e quelle delle tante realtà ambientaliste e animaliste, che da anni operano sui territori coinvolgendo nelle loro attività anche le comunità locali. Siamo convinti che la gestione dell’orso sulle Alpi insieme a quella degli animali selvatici debba essere affrontata come una questione nazionale di ampio respiro attraverso un piano strategico che abbia un approccio scientifico. Non servono gli isterismi politici come sta facendo da settimane il presidente della provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti che limita la vicenda ad una diatriba tra provincia e orso.  Per questo oggi Legambiente, nel corso del tavolo tecnico al MASE, ha anche chiesto l’attuazione del PACOBACE in tutte le sue parti, a partire dall’attuazione dalle campagne di informazione e comunicazione su cui poco è stato fatto soprattutto nella provincia di Trento”.

L’articolo Orsi, primo incontro al MASE proviene da Legambiente.