Il “grande salto” di Legambiente tra fiumi e laghi per non abbassare l’attenzione sull’emergenza siccità. Dal Piemonte all’Emilia-Romagna, dal Veneto alla Lombardia, le iniziative in programma domenica 10 luglio nell’ambito della mobilitazione europea.

 Un grande salto per non abbassare l’attenzione sull’emergenza siccità che in queste ultime settimane ha colpito l’intera Penisola, mettendo in ginocchio in particolare il Nord Italia. Anche quest’anno Legambiente aderisce al Big Jump, il festival fondato dallo European Rivers Network che ricollega i cittadini con i loro fiumi, laghi e zone umide, unendoli simbolicamente in un grande tuffo: obiettivo dell’evento, mobilitare l’opinione pubblica e le istituzioni per proteggere le acque interne minacciate dalle attività antropiche e dagli effetti dei cambiamenti climatici.

E proprio in ragione della profonda crisi idrica che sta colpendo porzioni importanti di territorio in tutta Italia, quest’anno le iniziative organizzate dal Cigno Verde si sono focalizzate sul tema della siccità. Con un primo flash mob realizzato da un gruppo di attiviste e attivisti di Legambiente Veneto e Legambiente Emilia-Romagna che si sono dati appuntamento sul letto del fiume Po, a Gaiba, in provincia di Rovigo. “Sveglia! Non si può dormire sul letto di un fiume!” è lo slogan scelto per richiamare l’attenzione sull’urgenza di interventi tempestivi che contribuiscano a mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici in atto e scongiurare, così, un punto di non ritorno.

La combinazione delle temperature fuori scala di questo inizio estate e l’emergenza siccità stanno mettendo duramente alla prova i nostri territori, riducendo considerevolmente la portata dei fiumi – dichiarano i comitati regionali di Legambiente coinvoltiCon il nostro flash mob abbiamo perciò voluto lanciare un grido in difesa dei corsi d’acqua colpiti dalla siccità che sta mettendo in pericolo l’ecosistema, l’economia e la vita delle comunità fluviali”.

BIG JUMP ITALIANO, LE INIZIATIVE IN PROGRAMMA. Ricco il calendario di iniziative promosso da Legambiente e dai suoi circoli sul territorio per domenica 10 luglio, in vista del grande salto che avverrà, in contemporanea in tutta Europa, alle ore 15.00.

In Piemonte, il circolo Ambiente e Salute di Legambiente Beinasco organizza una biciclettata sul greto del fiume Sangone, prima del grande tuffo, con ritrovo in piazza Alfieri alle 14.45; a Gauna, frazione di Alice Superiore (TO), il Circolo Chiusella Vivo farà un Big Jump nel torrente Chiusella, con ritrovo alla spiaggetta di Gauna alle ore 15.00; a Verbania, invece, il Big Jump avverrà sul Lago Maggiore dalla piattaforma della nuova Spiaggia dei “Tre Ponti”, a cura del Circolo “Brutto anatroccolo”, con la partecipazione di Terra verde (Libera VCO), nell’ambito dei Lakes Days promossi dalla Goletta dei Laghi; a Carignano, il Circolo “Il platano” organizza un raduno sul fiume e un evento di silent disco, presso l’area attrezzata del Garettino alle ore 15.00; a Torino, dalle ore 10.00 alle ore 12.00 il circolo Molecola di Torino ha in programma un torneo di beach volley con raduno sul fiume organizzato con il Circolo Amici del Fiume ASD, cui seguirà un flash mob ai Magazzini sul Po, alle ore 15.00; a Casale Monferrato, alle ore 9.00, il Circolo Verdeblu organizza una pulizia, con cura delle piante del vivaio presso parco Eternot, mentre dà appuntamento alle ore 11.00 per un flashmob presso l’imbarcadero sul Lungo Po Gramsci; a Ovada, infine, il circolo Ovadese della Valle Stura organizza un flash mob con vista sul greto asciutto dell’Orba: l’appuntamento è alle ore 15.00 presso l’ex Optagon.

In Veneto, a Vigonovo (PD), il Circolo La Sarmazza realizzerà un Big Jump nell’idrovia in via Ariosto, alle ore 15.00; a Gaiba (RO), dalle 8.30 alle 10.30, il Circolo di Legambiente Rovigo organizza un torneo di beach volley e tintarella sulla spiaggia del Po, cui seguirà il Big Jump nel fiume; a Sant’Alò di San Stino di Livenza (VE), alle ore 15.00, Big Jump nel fiume Livenza a cura del Circolo Veneto Orientale.

In Emilia-Romagna, alle 9.30 a Stagno di Roccabianca (PR) alle 9.30 il Circolo di Legambiente “Aironi del Po” organizza la tavola rotonda “Esplorando il futuro del Po: gli e Big Jump interventi del PNRR – Rinaturazione del fiume Po, quali ricadute?”: appuntamento all’Associazione Nautica, in Località Le Scalette. Seguirà poi l’imbarco alle ore 14.30 per il Big Jump alle 15.30.

In Lombardia, a Cremona, “Il grande fuggo nel fiume Po”, organizzato da Legambiente Lombardia e Circolo Vedo Verde, con appuntamento alle ore 15.00 presso la Società Canottieri Bissolati sul Lungo Europa; infine, sul Lungolago di Laveno (VA), Legambiente Varese organizza “Big Jump nel Lago Maggiore, perché il Ticino passa anche da lì”.

 

L’articolo Big Jump 2022 proviene da Legambiente.